Skip to content

disoccupazione

"Nessun male sociale può superare la frustrazione e la disgregazione che la disoccupazione arreca alle collettività umane".

Quel parametro del 3% (di inflazione) fissato con apparente superficialità nelle indecenti stanze di Bruxelles fa sì che nella zona euro la disoccupazione media deve per forza posizionarsi intorno ai valori del 10-12%. E' una equazione necessaria di macroeconomia!

Se esistono zone con percentuali di disoccupazione più alte della media allora di forza esistono zone con percentuale più bassa, cioè mors tua vita mea (che è la legge dello squalo tanto amata dalla Germania).

Se aggiungiamo il fatto che nelle statistiche sono considerate occupate persone con salari pari alla soglia di povertà e con contratti precari, il quadro reale della zona euro è terribile.

E non si creda che i valori di povertà raggiunti in tutta Europa risparmino anche i paesi più ricchi, siamo tutti messi malissimo.

Qui riprendo volentieri le parole di Domenico Moro :

«l'euro è un chiaro strumento di classe, che elimina, più che la sovranità nazionale, la sovranità democratica, ossia la capacità di influenza democratica delle masse sul processo decisionale a livello di politiche economiche». Tra l'altro il concetto emerge anche nel saggio di Stiglitz "L'euro", p.159-160.

Ecco perché le parole di Federico Caffè hanno un peso così forte, come testimonia la sensazione di frustrazione del popolo italiano, oramai al limite massimo di sopportazione.

Questa politica delle destre europee praticata con ancor maggior malvagità dalle false sinistre italiane per decenni ci ha fatto scivolare nella barbarie, perdendo moltissime delle conquiste civili del secolo scorso. Che siano i tedeschi i promotori di questa vergognosa "disgregazione" è frutto del marco e dell'euro, anch'esso moneta finta, che li pongono sul mercato con una svalutazione scorretta della loro moneta (elemento criticato aspramente da Trump). E prendiamo atto del fatto che la "deportazione", in questa tensione sociale sempre più elevata, è deleteria sia per gli italiani sia per i poveri immigrati.